I docenti

  • home8 isfom musicoterapia purgatorio arcoDiana Facchini

    Diana Facchini è napoletana per nascita e cultura, legata alla sua città anche da un amore profondo per le tradizioni musicali che ha ereditato dal papà e dal nonno. E’ musicologa, musicoterapista, musicista, didatta della musica, responsabile dell’Isfom -Istituto Formazione Musicoterapia di Napoli (fondato con Gianluigi di Franco nel 1996)-, al quale è particolarmente legata per la vocazione a sostenere lo sviluppo della disciplina che considera straordinaria, dato il potere comunicativo ed affettivo che essa genera. E’ docente di ruolo nelle scuole secondarie di I e II grado (licei musicali), coordinatore di progetti di musica e musicoterapia in scuole statali, strutture riabilitative e terapeutiche, Enti, Fondazioni ed Associazioni legate al territorio. Innamorata del proprio lavoro, nutre un particolare affetto per i suoi utenti, soprattutto quelli più piccoli.

    Presso il Conservatorio di Musica di Foggia, di Matera, la Seconda Università di Napoli (in itinere) ha maturato numerose esperienze professionali in qualità di docente e supervisore di attività di musicoterapia. Conduttore di gruppi di lavoro di musica, tecniche di comunicazione non verbale e musicoterapia in contesti di studio, applicativi e performativi, ha partecipato a seminari, convegni, congressi nazionali ed internazionali; ha al suo attivo esperienze cliniche di musicoterapia nell’ambito della prevenzione, riabilitazione e terapia con bambini, adolescenti, adulti.

    E’ autore di pubblicazioni sul tema della musicoterapia ed ha collaborato con emittenti radiofoniche e televisive per la divulgazione della disciplina e dei suoi effetti benefici a favore dei soggetti in difficoltà e non. Appassionata di teatro e di musica, danze e tradizioni popolari, si diletta anche come attrice e ballerina in performances ed eventi culturali. Condivide con il marito l’amore per i viaggi intorno al mondo per incontrare l’arte, la natura e le differenti umanità, coniugando il desiderio della scoperta con le sue passioni musicali ed antropologiche. Convinta che la musica faccia bene al corpo e allo spirito, si adopera per lasciare che più semi germoglino in questa direzione, in particolare laddove l’esperienza sonora rappresenti un incontro profondo e caldo tra le persone.

  • Eduardo Ammendola
  • dario aquilinaDario Aquilina

    Psicologo e psicoterapeuta di orientamento psicocorporeo, lavora attraverso la creatività dal 1975 rivolta all'infanzia e alle aree di disagio, con il teatro dell'anima realizza dal 1988 un persorso di teatroterapia realizzando fra l'altro uno spettacolo con la partecipazione del pubblico "il teatro dentro tutti" che ha coinvolto circa 13.000 persone in italia e in europa dal 1991,

    lavora nell'area del disagio ed è formatore di psicoterapeuti e counselor, particolamente impegnato con gli adolescenti.

    Attraverso il teatro dell'anima ha sviluppato una competenza da regista, mettendo in scena numerosi lavori originali o riscritture di miti o celebri film.

    Cura la formazione in teatroterapia dal 1992.

    Ha pubblicato "quaderni del teatro dell'anima" con "il mio libro"

  • Rolando O. Benenzon

    benenzonMusicista e psichiatra è supervisore in numerose scuole di Musicoterapia sia in America che in Europa. Ha pubblicato vari articoli e volumi sulla Musicoterapia fra i quali, in italiano, Autismo e Musicoterapia (Phonix, Roma 1994),(Phonix, Roma 1997), Manuale di Musicoterapia (Borla, Roma 1998), Musicoterapia: esperienze di supervisione (Phonix, Roma 1999). Il suo concetto di ISO (Identità Sonora) è considerato il punto di partenza per la comprensione della complessità dei processi coinvolti nella percezione e nell'espressione sonoro-musicale, vocale e strumentale come pure della relazione degli esseri umani con gli strumenti musicali. È oggi una delle massime autorità della musicoterapia nel mondo.


  • Giuseppe Brogna

    Medico, neuropsichiatra Infantile, si è specializzato presso la I Facoltà di Medicina e Chirurgia di Napoli. Successivamente ha frequentato il Corso Quadriennale in Psicoterapia Relazionale e Familiare I. S. P. P. R. E. F. di Napoli ed il Corso Biennale di Formazione in pratica Psicomotoria condotto dal Prof. Bernard Aucouturierre, presso  il Centro Studi e Formazione dell’Istituto Antoniano, Ercolano.  Ha poi avuto esperienze lavorative e formative tra le quali: dal Maggio ‘90 al Luglio ’98 come consulente N. P. I. presso l’Istituto di Clinica e Patologia O. R. L. e di Foniatria,  Università Federico II di Napoli; dal novembre ’95 al novembre 2000 è Direttore Saniatrio presso l’Istituto per soggetti non vedenti D. Martuscelli” di Napoli; dal 2000 al 2006 Direttore del centro di Riabilitazione “ Salus” di Marigliano; dal 2006 ad oggi, specialista ambulatoriale presso la ASL NA2 NORD e specialista presso il Cenrtro semiresidenziale-residenziale di psicopatologia dell’adolescenza dell’Azienda Sanitaria NA2 NORD “ Telemaco Junior”.
     Docente dell’Area 2 Discipline a carattere Biologico, al Corso Biennale di Specializzazione Polivalente per la formazione di insegnanti di sostegno alle classi in presenza di alunni con situazioni di handicap nelle scuole pubbliche, autorizzato dal         Provveditorato agli Studi di Cosenza; docente al Corso di fisioterapia, presso il Centro Antoniano; docente a corsi di formazione, presso l’azienda di appartenenza;  dal 1996 è docente di neuropsichiatria infantile presso l’Istituto Formazione Musicoterapia di Napoli – ISFOM.
    E’ autore di pubblicazioni nazionali ed internazionali  su tematiche principalmente inerenti la riabilitazione dell’età evolutiva.
  • Flavia Camera
  • Gianluca Catugno

  • Nando Citarella

    Donato Citarella (detto Nando) Musicista, attore, cantante e studioso delle tradizioni popolari, teatrali e coreutico-musicali mediterranee,ha studiato e collaborato con importanti maestri artisti come:Eduardo De Filippo, Dario Fo, Linsday Kemp, Roberto De Simone,  Ugo Gregoretti e Andrea Camilleri. Ha seguito i suoi studi di Canto sotto la guida della maestra Maria Rohrmann dall’85 al 2008. Oltre che con Alfredo Kraus e Walter Blazer in Italia e negli Stati Uniti d’America. Vincitore nell'81 del premio della Critica Discografica (con Francesco Manente).

    Nel giugno 2003 viene nominato socio onorario dell'Albo degli Scrittori e degli Artisti Italiani ed Europei per la Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO. Dall'87 è direttore artistico della Compagnia "La Paranza" da lui fondata insieme studiosi ed esperti di tradizioni popolari. Dal 1990 collabora prima con il CRM (Centro di Musicoterapia fondato da Gianluigi di Franco) e poi con l’Isfom (sempre con DiFranco, Wigram, Berenzon, Maranto, Spaccazzocchi, De Rosa, Facchini, De Michele) quale esperto e docente di Tradizioni Popolari,Ricerca,Terapia Folclore e Movimento.

    Nel 1994 su commissione del Romaeuropa Festival fonda I Tamburi del Vesuvio progetto pioniere sull’intercultura musicale tra danza, ritmo e vocalità con musicisti di diversi paesi (Africa, Spagna, Marocco, Brasile, Stati Uniti, India, Italia, Giappone) in collaborazione con Timba scuola di percussioni di cui è stato docente. Ha inciso dischi sia da solo che in gruppo, da Dindirinella (1980 Vincitore nell'81 del premio della Critica Discografica con Francesco Manente), a “Magna Mater” con i Tamburi del Vesuvio (2011 alfa music) e “Deh vieni alla finestra” (2011 nandus vesuvianus) con il chitarrista Francesco Taranto(con cui collabora a progetti sulla chitarra romantica).

    Ha vestito i panni del “Giullare” nelle trasmissioni “Domenica in” con Pippo Baudo, nel “Castello di Partita Doppia”in “Varietà””Il Gioco dell’Oca”e infine in “Luna Park”(la Luna Nera!) con Frizzi, Venier, Magalli, Falchi,Lambertucci, Carlucci, Conti, Bonolis, dal ’92 al 2000. Ha collaborato con il Teatro Marrucino di Chieti (‘98/2008) per la “Passio et Resurrectio” di Sergio Rendine eseguita in mondovisione sia a Roma (2000) che a Pompei (’98) e Gerusalemme nel (‘00/’06) sotto la direzione di Gianluigi Gemetti,Marzio Conti e Maurizio Dones.

    Con l’Istituzione Sinfonica Abruzzese ha collaborato per un progetto sulla”Pusteggia” incidendo anche un cd (‘A Pusteggia 2001 finisterre) sotto la direzione di Luciano Bellini portandolo in tour (2009/2010) in Italia, Germania, Francia, Belgio e Stati Uniti. Sempre in quegli anni ha collaborato in qualità di docente e regista al “Progetto Mediterraneo” un mare di culture per l’ATAM ideato e diretto da Andrea Camilleri.  Dal 2000 al 2010 tiene laboratori sul Canto Popolare Italiano e sulle Danze del Sud-Italia presso il distaccamento del Conservatorio di Salisburgo in Puchberg e Wels. E’ ideatore fondatore e direttore artistico di “Etnie”(1991) con l’Accademia Musicale Interamnense (laboratori sulle tradizioni popolari e intercultura).

    Ha fondato il Coordinamento Nazionale del Diritto alla Musica nel 2008 di cui è vice presidente sempre nel 2008 il suo lavoro “Mozart al Chiaro di Luna” vince il premio della critica musicale come miglior produzione in Lettonia e Kazakistan. Nel 2009 debutta all’Auditorium Parco della Musica in Roma con il lavoro “A solo….e un po’ in Compagnia” che poi porta alla Carnegie Recital Hall di New York festeggiando i suoi 50 anni ed i 30 anni di palcoscenico accanto a John La Barbera e Alessandra Belloni e di Seguito con l’Orchestre National de Lyon e della Gevandhause di Lipsia sotto la direzione del M° Jun Merkul. Dal 2001 al 2011 è il “Posteggiatore” della trasmissione radiofonica di Radiouno “Ho Perso il Trend” con Bassignano e Luzzi.

    Ha collaborato al progetto di Leonardo Petrillo sulla Commedia dell’Arte”Gli innamorati immaginari” in qualità di docente e curatore delle musiche di scena.E’ promotore del Progetto Folk Nostrum (la rotta verso le culture del Mediterraneo) che ha visto la prima traversata del Mare Nostrum sui temi di incontro tra Spagna e Italia (Danza-Canto-Musica).

    Collabora attivamente con Patrick Vaillant ed il  Melonious Quartet con Lucilla Galeazzi(di cui è ospite sia nell’ultimo lavoro discografico che dal vivo”Festa Italiana”. Con Mauro Palmas e Pietro Cernuto ha formato il “TA-MA” trio con la collaborazione di Elena Ledda,tra classico e tradizione (Sardegna-Campania-Sicilia) debuttando  all’Expo Jazz 2013 di Cagliari. Da poco ha pubblicato il suo ultimo lavoro con i Tamburi del Vesuvio “Carosonando” (alfa music) omaggio a Renato Carosone (tra jazz e tradizione) con un tour nelle maggiori città italiane.

    Ha partecipato con “La Paranza” quale unico ensemble italiano al Festival “Mozartiana” tenutosi a Gdansk il 20/21 agosto 2013 con il progetto “Mozart e la musica dell’antico mare” (da lui ideato e arrangiato con il M° Pietro Cernuto) e ancora il 18 settembre 2013 ha presentato a Oviedo (Asturie) il suo progetto “Magna Mater” sinfonico (orchestrazioni del M° Pietro Pisano) con l’Orchestra Oviedo Filarmonia diretta dal M° Marzio Conti per la Sociedad Ovetense de Festejo.

    P’o riest’…Speramm’a Maronna!
  • Marina Cotrufo

    marina cotrufoDiplomata in Pianoforte a Vibo Valentia, presso il Politecnico delle Scienze e delle Arti (Conservatorio Statale F. Torrefranca), è da sempre incentrata sulle attività musicali.
    Consegue a Roma il Brevetto Didattico del Metodo Carboni per Flauto dolce in DO e Fa che la abilita, secondo il Ministero della Pubblica Istruzione, all'insegnamento ai bambini di 1° e 2° ciclo e alla formazione del Personale Docente.
    Si diploma brillantemente all' Isfom, e si dedica ai laboratori orientati alla Musicoterapia con bambini (per asilo ed elementari) e ragazzi (per le scuole medie).
    Aderisce con l' Isfom insieme ad altri colleghi al Progetto di Ricerca biennale "FFFortissimo" per le scuole medie sul territorio napoletano, di cui si è avuta pubblicazione sul testo "FFFortissimo".
    Docente Tutor presso l' Isfom, si occupa anche della segreteria didattica.
    Partecipa a numerosi concerti e iniziative musicali, ed è sempre proiettata verso nuove esperienze e conoscenze artistico/culturali.
    Laureanda in Discipline storiche, critiche e analitiche della Musica, presso il Conservatorio Statale D. Cimarosa di Avellino, ha già curato e pubblicato col Maestro Paolo Giovanni Maione, la trascrizione del libretto "La Gismonda" sul sito ufficiale Pietà dei Turchini.
    Attualmente si dedica alla ricerca documentale delle partiture eseguite nelle ville del Miglio d'Oro, oggetto di tesi.


  • Filippo D'Eliso

    Filippo D’Eliso è musicista, compositore e ricercatore. Di origini lucane, svolge attività artistica e didattica. Formatosi presso l’Università Federico II e il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella di Napoli, coniuga studi scientifici e umanistici con trasversalità olistiche. Collabora con i Centri di Ricerca e il Conservatorio, partecipando come relatore a Convegni e Seminari.

    Tiene presso l’Isfom -Istituto Formazione Musicoterapia- di Napoli, i Laboratori di Improvvisazione e Ascolto Musicale, e presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, i Laboratori di Gestione d’Azienda Audio-Video e di Tecniche di Programmazione Audio-Midi. Opera con consulenze e assistenze musicali, ed elabora orchestrazioni, arrangiamenti, digitalizzazioni, programmazioni al computer e composizioni originali per importanti realizzazioni discografiche e cinematografiche.

    È autore della colonna sonora dell’opera di A. Di Benedetto
    I figli della Sfinge, edita nell’Aprile 2008 presso la Bastogi Editrice Italiana, e del recente lavoro discografico, in collaborazione con la Dott.ssa M.C.Piras, di ricerca applicata in medicina frequenziale e fisica vibrazionale 2012 Oltre i Confini (Prismablu Ed.,2012).


  • Maria Esposito

    Sono una psicoterapeuta specializzata in Psicoterapia Sistemico Relazionale presso l’Istituto di IPR di Napoli
    e iscritta all’Ordine degli Psicologi della Regione Campania.
    Mi sono specializzata in Psicologia di Comunità presso la Fondazione Laboratorio Mediterraneo; ho lavorato
    come consulente presso l’ASL NA1 per il progetto “Rischio psicosociale delle famiglie L. 285/97”;
    ho realizzato progetti di promozione delle pari opportunità e sviluppo di comunità dei piccoli centri urbani del
    Mediterraneo; ho curato progetti di Management di quartiere finalizzati alla gestione partecipata della
    progettazione sociale e svolgo attività professionale presso Enti pubblici e privati per l’erogazione di
    interventi di sostegno sociale e psicologico di fasce svantaggiate e non.
    In tutti questi percorsi mi sono ritrovata spesso ad occuparmi di gruppi di vario genere: gruppo di docenti, gruppi di formazione per genitori, gruppi di confronto per adolescenti, gruppi tematici, coordinamento di gruppi di lavoro e gruppi di formazione in vari ambiti (Istituti scolastici, Scuola di Polizia, Gruppi a tema, Operatori sociali, Servizio Civile, ecc…). Ho scoperto nel tempo il piacere di stare con il gruppo e in gruppo. Ho sentito l’esigenza di approfondire i meccanismi, le dinamiche relazionali, gli ostacoli, la ricchezza della dimensione gruppale.
    Parallelamente ho coltivato la passione per la danza e nel tempo ho praticato varie discipline di danza. Fino a sentire il desiderio “naturale” di coniugare la mia professione di psicologa con la mia passione, consapevole della forza insita nell’arte in generale, e nella danza per la sua specificità legata all’uso del corpo, di facilitare i percorsi di espressione di parti del sé sconosciute o nascoste. Ho seguito quindi corsi di DanzaMovimentoTerapia oltre a praticare (come formazione personale e come insegnante) la danza nella forma della danza popolare e della danza orientale.
    Da qui la partecipazione a gruppi che, attraverso la danza, realizzavano un percorso di conoscenza del Sé.
    La collaborazione con L’ISFOM, da circa 4 anni, nasce in questa logica: il mio contributo nell’ambito delle tematiche relative alla psicologia di gruppo in un mondo dove l’arte è messa al servizio dell’altro che desidera superare una fase della sua vita, sciogliere i nodi che lo hanno tenuto incatenato, imparare a conoscersi.                                                                           


  • Francesca Laccetti

  • Bianca Maselli

    -        Musicista , Musicoterapista
    -        Si diploma in pianoforte presso il conservatorio “D. Cimarosa” di Avellino;
    -        Consegue il diploma di Musicoterapia presso la Scuola di Formazione ISFOM di Napoli nel 1997;
    -        Dal 1998 Musicoterapista a Contratto e Coordinatore del Semiconvitto presso la clinica “ Villa dei Fiori” – settore riabilitazione- di Acerra (NA)
    -        Dal 1997 al 2008 consulente esterno per la Musicoterapia presso il Centro di Riabilitazione “Serena“ di Marano di Napoli;
    -        Dal 1998 al 2008 Docente di Musicoterapia ai corsi post-qualifica presso l’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali di Sarno (SA);
    -        Dal 1998 al 2001 ha collaborato come Musicoterapista ad un progetto di Ricerca c/o l’Università degli Studi di Napoli “Federico 2°” - Istituto di Audiologia - direttore Prof. Elio Marciano;
    -        Dal 2000 Tutor per la Supervisione Didattica – c/o T. Wigram//H. Odell – dell’ISFOM di Napoli;
    -        Dal 2000 al 2008 Esperto qualificato di Musicoterapia presso l’Istituto di Cardiochirurgia Pediatrica dell’Università degli Studi di Napoli “Federico 2°” – A.O. Monaldi direttore Prof. Carlo Vosa;
    -        2003 docente di Musicoterapia per il Corso di Formazione Medici Prescrittori ASL NA 5 Castellammare di Stabia (NA)
    -        2003-2004 Tutor per la Supervisione Didattica ( c/o T. Wigram ) al corso triennale di Musicoterapia Conservatorio “U. Giordano” di Foggia/ISMEZ;
    -        Ha presentato lavori ed è stata relatore a numerosi convegni nazionali ed internazionali e seminari (in particolare : 6° Congresso Europeo di Musicoterapia 2004 -Fillandia-; Convegno “Musicoterapia e Riabilitazione neuromotoria e psicoaffettiva del bambino 1999 –Napoli-; Convegno “La Musicoterapia nella riabilitazione neuromotaria e psicoaffettiva del bambino” -2000- comune di Benevento/Associazione Fiadda (BN); Incontro pubblico Musicoterapia in cardiochirurgia pediatrica -2003 – Università Federico 2° e A.O. Monaldi (NA); 1° Convegno Musicoterapia e Riabilitazione -2004- Centro di riabilitazione “San Vincenzo” –Villaricca – (NA)
    -        Inoltre è stata Membro della Commissione Ruolo Professionale del C.R.M. di Napoli e responsabile dei Contatti Istituzionali per la Riabilitazione alla 5° Congresso Europeo di Musicoterapia –Napoli 2001 -.
  • Helen Odell-Miller

    “La prof.ssa Helen Odell-Miller  è co-fondatore del  Master di Musicoterapia presso Anglia Ruskin University e Direttore del Centro di Ricerca “Musica per la salute”. Prima di entrare alla Anglia Ruskin nel 1994, ha lavorato come terapeuta musicale per oltre 15 anni nel campo della salute mentale, infine, come responsabile delle Arti Terapie presso il servizio di salute mentale NHS Foundation Trust a Cambridge, dove detiene ancora un contratto onorario. È  ora nel Consiglio consultivo per il programma internazionale di dottorato della Università di Aalborg, Danimarca e membro del Health Professions Advisory Board”.  
  • Fausto Russo

  • Maurizio Spaccazocchi

    Maurizio Spaccazocchi: Già Docente di Pedagogia della musica presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali del Conservatorio “G.Rossini” di Pesaro. Già docente di Metodologia e Teoria dell’educazione musicale presso l’Università “Carlo Bo” di Urbino. Docente di Pedagogia della Musica e del laboratorio Musica Umana esperienza presso la Scuola quadriennale di Musicoterapia di Assisi. Docente di Psicologia della musica presso la Scuola Biennale di Musicoterapia di Noto (Sicilia). Docente di Didattica della musica presso l’Isfom, Istituto di Formazione in  Musicoterapia di Napoli. Docente di Musica d’insieme presso la Scuola d’Animazione Musicale di Lecco. Fa parte del comitato scientifico del Centro Studi Sociali e Musicali M. Di benedetto di Lecco. Con il duo Spaccazocchi-Mazzieri svolge laboratori e concert-lesson in tutto il territorio italiano. Ricercatore e musicista, autore di numerosi articoli, saggi, testi e sussidi musicali per il mondo dell’educazione, dell’animazione e della terapia musicale

  • Carla Tizzano

  • Salvatore Torregrossa

    Nasce (giusto in tempo per festeggiare ogni anno il compleanno) il 28 Febbraio 1974. Quasi da subito istigato alla conoscenza dell a musica da un’ampia famiglia con giardino. Curioso di tutto. Delle cose, delle persone. Di ogni percorso e di ogni meccanismo. Studia da privatista e autodidatta il pianoforte con cui condivide di tutto ma, essendo dei pesci non è fedelissimo e quindi inizia una lunga sequela di tradimenti con la trillante chitarra e poi nel tempo con sax, tromba, basso, fisarmonica, ukulele, percussioni… Per grazia di Dio impara a giocare con la musica. Ogni oggetto, ogni essere umano ha il suo suono. Basta trovare le frequenze giuste. La psicologia è un'altra sua grande passione. Studia Musicoterapia all'Isfom di Gianluigi di Franco e oggi ha uno studio nel quale oltre a coltivare la sua musica da musicista fa il musicoterapista. Lo studio si chiama Sanamusica. Tanti anni a suonare, in teatro scrivendo, arrangiando, dirigendo musiche e musicisti più disparati, oltre a collaborare con vari artisti del panorama partenopeo e non solo.

    Dal 1993 al 2004, Entra in seguito nella Coop. di teatro C.A.T. di Castellammare di Stabia e partecipa alla messa in scena di “La sveglia”, spettacolo teatrale dal grande successo di pubblico. Contemporaneamente all’attività svolta nel C.A.T. e a quella di autore, fonda il Mepersuade Trio, gruppo di musica sperimentale che partecipa a vari concorsi e suona in vari locali della Campania. Scrive, arrangia e dirige dal vivo le musiche per vari altri spettacoli tra i quali Napule, nu cunto cuntato e cantato (1993), Scorie (1994), Chisto è ‘ammore (1994), ‘O mare e ‘a rena (1995),

    Buonu Natale (1995), Nce steva ‘na vota ‘na principessa (1996), Tanno e mo’ (1997), Via Toledo di Notte (1997), Dai, cuore, finchè puoi (1998), Il pendolo magico (1999), Vedimmo ‘e l’accurdà stu cuncertino (2000), Simmo nuje sti guarattelle (2001), Il pubblico è sovrano (2001), Padroni di barche (2001), Lo spione della scala C (2002), Quanno cchiù notte se fa’ (2003), Cani e gatti (2004), Maschere in maschera (2004), Clientes (2004), ‘O prugresso? More ‘o fesso… (2004), La storia di Natale (2004).

    Dal 1996 al 1998, in occasione delle celebrazioni per il 110° anniversario della nascita di Raffaele Viviani tiene, per conto della Coop. di teatro C.A.T., una serie di conferenze su “Il ruolo della musica nella drammaturgia vivianea” in moltissime scuole della regione Campania.

    Dall’aprile 1999 al gennaio 2002 collabora con il Dipartimento di Salute Mentale dell’ASL NA5 di Castellammare di Stabia, guidando i pazienti in riabilitazione psichiatrica, attraverso esercizi preparatori fisici (respirazione, grounding, uso della voce) e teatrali (coscienza del proprio corpo, mimica, movimento), oltre ad approfondire il teatro e le forme musicali di R. Viviani, dirige alcuni cortometraggi (Alla stazione, Passeggiata ai boschi, Un buon Natale), e sviluppa, insieme ai pazienti stessi, alcuni testi teatrali, allestendo diverse rappresentazioni confluite nello spettacolo finale Al tempo giusto! Produce insieme alla cantante Anna Spagnuolo “Passioni”, un Recital che ripercorre la storia della tradizione musicale di tutto il Sud Italia. (Dicembre 2001). Facendo riferimento ai suoi studi in musicoterapia, scrive le musiche per lo spettacolo “Essere o apparire” in cui il cast è formato quasi totalmente da attori sordomuti. (2002)

    Nel  2006 co-produce gli spettacoli “Da Napoli a Bahia passando per Rio” e “Da Napoli a Bahia passando per Rio – Versao do Natal”, approfondendo i rapporti tra la musica napoletana e quella brasiliana. Partecipazione anche ad alcuni eventi di musica popolare con il Gruppo di Giovanni Coffarelli. Dal 2009 lavora con  il Torregrossa Interchanging Quartet. Nel 2010 scrive la musica dell’inno della Scuola “E. de Filippo” – Santa Maria la Carità: “Mano nella mano” e ne cura la prima esecuzione in pubblico e la pubblicazione su cd. Il 25.03.2011 coproduce lo spettacolo “E’ stato meglio lasciarci che non esserci mai incontrati – Omaggio a Fabrizio De Andrè” di Pino Finizio – di cui è arrangiatore e polistrumentista. Nel 2012 fonda il Torregrossa Interchanging Project. Un insieme di gruppi musicali tesi ad approfondire generi di musica diversi al fine di divulgare i valori dell’arte e della comunicazione sonora a vari livelli. Tra il 2012 e il 2014 collabora con la Compagnia del Futuro di Christian Izzo, scrivendo e arrangiando le musiche per diversi suoi spettacoli, tra cui “Non è il solito Recital”, “Ultima fermata: chi è di scena”, “Europeans”, “Poteva scriverla chiunque”, “Sala operatoria”. L’11.01.2013 pubblica la sua prima opera discografica dal titolo “Sono stato a volte un barattolo”, 20 tracce inedite di cui è anche autore e arrangiatore, nella quale si muove a modo suo tra ciò che di solito si chiama jazz, blues, samba, canzone d’autore. Prodotto da Sanamusica ed Elios Registrazioni Audiovisive.

    Fonda il Milonga Tango Trio col quale approfondisce le tematiche e i linguaggi del tango e suona in varie milonghe e club del Sud Italia. Produce per Sanamusica i recital a tema natalizio “Gocce di Natale” e “Quanno nascette ninno” con Piero Pepe e Anna Spagnuolo. Nel febbraio 2014 produce con Piero Pepe lo spettacolo “Lasciami cantare una canzone”.

    Dal 2001 ad oggi è nelle scuole del territorio sia con progetti di musicoterapia per gruppi classe e allievi diversabili, sia con corsi di informazione teorico esperienziale per docenti.
  • Pietro Vitiello


    Vitiello1


    Pietro Vitiello ha
    abbracciato la musicoterapia durante un cammino al cui centro è sempre stata una dimensione di ricerca rivolta all’interiorità della persona, alla dinamica della relazioni, agli strumenti della comunicazione non verbale. Rappresentano l’humus di questo percorso, di vita e di lavoro, la trentennale attività musicale da cantante (ha lavorato in formazioni polifoniche con la direzione, fra gli altri, di S.Accardo, M.Campanella, B.Canino, R.De Simone, L.Hager, P.Maag, M.Pradella) e l’esperienza teatrale, la meditazione e la ricerca interiore, il costante studio di discipline umanistiche come la psicologia e le scienze della comunicazione.

    L’adesione al modello di comunicazione non verbale e musicoterapia creato e sviluppato da R.O.Benenzon, è la sintesi di questo percorso. Di questo modello, particolarmente attento agli aspetti psicodinamici della relazione, è formatore ed ha ricevuto il titolo di
    magister e supervisore (Fondazione Benenzon, Buenos Aires, 2008). 20 anni di docenza, presso la scuola, prima del CRM di Napoli, divenuta ISFOM dal 1996 rappresentano il filo conduttore di un’attività di formatore dall’approccio interdisciplinare passato attraverso collaborazioni con l’Università Federico II di Napoli (Dipartimento di Progettazione urbana), l’Istituto superiore di arteterapia di Parigi, la Scuola di artiterapie e psicoterapie espressive di Roma, il Centro Benenzon di Bruxelles, i Conservatori di Musica di Foggia e di Matera.

    E’ stato assistente del prof. Benenzon nel Seminario di formazione dei
    magister e supervisori (Buenos Aires, 2012). Da musicoterapista, formatosi alla scuola di Gianluigi di Franco, per circa due decenni ha lavorato prevalentemente nella riabilitazione psichiatrica dell’adulto (O.P.G. Aversa, diverse Unità Operative di salute mentale, ex Clinica Colucci, Ist. Penitenziario di Secondigliano) e nella riabilitazione neuromotoria e psicoaffettiva dell’età evolutiva (centro AIAS e Ass. Persone Down di Cosenza). Dal 1988 conduce in Italia e in Europa gruppi esperienziali sulle risorse della comunicazione non verbale, in particolare la voce e il corpo. Il modello operativo nato da questo lavoro è stato presentato all’VIII Congresso Europeo di Musicoterapia di Cadice (2010).


  • Francesca Zurzolo



    francesca zurzolo
    Soprano, nata a Napoli ha conseguito il diploma di canto con il massimo dei

    voti presso il conservatorio “Domenico Cimarosa” di Avellino. Collabora in

    qualità di solista dal 1995 con l’Ensemble Vocale di Napoli diretto dal M° Antonio Spagnolo, con il quale ha partecipato a numerose e prestigiose rassegne musicali nazionali ed internazionali. Collabora con l’ Associazione Alessandro Scarlatti, con la Rai di Napoli, con il centro di Musica Antica Pietà de Turchini e con lo Sferisterio di Macerata.

    Ha cantato in prestigiosi teatri diretta da illustri maestri quali Peter Maag, Alessandro De Marchi, Roberto De Simone.

    Ha partecipato all’esecuzione della Via Crucis di Franz Listz sotto la direzione di Michele Campanella, con il quale nel maggio del 2006 ha eseguito la Petite Messe Solennelle di Gioacchino Rossini a Pechino e Shangai in occasione dell’anno Italia in Cina. Ha inciso per etichette discografiche quali:  Opus 111, Polo Sud, Egea, Niccolò. Interprete versatile di un vasto repertorio collabora attivamente al progetto musicale del fratello Marco Zurzolo, con il quale ha partecipato al Festival del Jazz di Montreal ed è stata ospite di Umbria Jazz.

    Sempre In qualità di solista del progetto del M° Marco Zurzolo è stata ospite di eventi organizzati dall’istituto di cultura italiana in Messico, Guatemala e Turchia.

    Nel maggio 2007 ha eseguito, in qualità di solista, in prima assoluta l’Ave Maria del M° Santarpino con l’Orchestra da Camera della Campania diretta dal M° Luigi Piovano.

    E’ membro fondatore dell’ensemble di musica barocca TemperaMenti.

    Ha frequentato il corso di formazione  in Musicoterapia presso l’ ISFOM di Napoli.

    L’attività didattica dell’Isfom le ha consentito di perfezionarsi attraverso stages tenuti da esponenti autorevoli della musicoterapia in ambito internazionale: Tony Wigram, Gianluigi Di Franco, Rolando Benenzon, quest’ultimo supervisore di un importante tirocinio svolto  in qualità di musicoterapista a Napoli presso il centro diurno di salute mentale “il Vascello”.

    Ha tenuto in qualità di docente in musicoterapia un corso nell’ambito del “Progetto tirocinio corso di operatore socio assistenziale” organizzato dal POR. Campania.

    Attualmente collabora come docente di vocalità presso l’ISFOM.

    Nel 2005 presso la scuola media statale “Pirandello”di Napoli ha svolto un corso di aggiornamento per insegnanti, orientato alla musicoterapia.

    Dal 2005 insegna canto presso la scuola “Musicisti Associati”di Napoli.

    Docente di canto presso l’associazione culturale “ztl zurzolo teatro live”dal 2012. Nello stesso anno pubblica per l’AIL il suo primo album “Femmena Mimosa” edito dalla etichetta discografica Itinera.
  • Diana Facchini Diana Facchini
  • Eduardo Ammendola
  • Dario Aquilina Dario Aquilina
  • Rolando O. Benenzon Rolando O. Benenzon
  • Giuseppe Brogna
  • Flavia Camera
  • Gianluca Catuogno
  • Nando Citarella
  • Marina Cotrufo Marina Cotrufo
  • Filippo D’Eliso
  • Gianluigi Di Franco
  • Maria Esposito
  • Francesca Laccetti
  • Bianca Maselli
  • Helen Odell
  • Fausto Russo
  • Maurizio Spaccazocchi
  • Carla Tizzano
  • Salvatore Torregrossa Salvatore Torregrossa
  • Pietro Vitiello Pietro Vitiello
  • Francesca_Zurzolo Francesca Zurzolo

 

ISFOM

Istituto Formazione Musicoterapia

Diana Facchini

Direttore

info@isfom.it

081.578.93.30
346.801.49.20

Via Portacarrese
a Montecalvario, 69

80100 Napoli

Copyright 2013 by ISFOM- Tutti i diritti riservati C.F.94152630631