Applicazioni

Non ci sono finalità estetiche nella relazione sonora - e questo facilita l’esternazione da parte dell’utente - vi è solo la rappresentazione dei bisogni più o meno emergenti, sui quali il terapista interviene. L’intento è quello di accompagnare e sostenere il soggetto nel suo percorso espressivo, di trasformare e adattare le sonorità verso forme condivisibili, che abbiano ‘un senso’ per il corpo e per l’anima.

Gli strumenti adoperati - ritmici e melodici innanzitutto - sono di facile uso: immediati, evocativi, simbolici. Rappresentano, come gli operatori stessi, oggetti intermediari necessari per lo scambio affettivo. Essi provengono, innanzitutto dal parco dello strumentario “Orff”, che prende il nome dal musicista tedesco, autore dei Carmina Burana, che a metà del ‘900 lo ha predisposto per finalizzarlo ad azioni educative e terapeutiche.

Gli strumenti rimandano a sonorità e sensazioni diverse (ad esempio ai 4 elementi: acqua, aria, terra e fuoco); la loro forma alla femminilità e alla mascolinità. Permettono una ricchezza espressiva, contengono l’inibizione, sensazioni di inadeguatezza e di ansia da prestazione; producono suoni aleatori e concreti in una gamma variegata per timbro, altezza ed intensità.

In musicoterapia si utilizzano anche strumenti armonici o melodici come la tastiera, la chitarra, i flauti e quelli della tradizione popolare che arricchiscono la produzione in quanto parlano un linguaggio arcaico e primitivo.

Strumenti musicali, corpo, voce - interpretanti privilegiati nell’azione - si adattano a cura del musicoterapista in un progetto pensato ad hoc, con obiettivi definiti.

L’improvvisazione musicale, che è alla base dell’intervento, si anima tra i componenti e ne detta i confini e le caratteristiche. In tal modo, la produzione musicale non può essere preconfezionata e stabilita anzitempo, ma lo sono gli intenti comunicativi o curativi che, in modo scientifico, si declinano per ogni tipo di relazione.

ISFOM

Istituto Formazione Musicoterapia

Diana Facchini

Direttore

info@isfom.it

081.578.93.30
346.801.49.20

Via Portacarrese
a Montecalvario, 69

80100 Napoli

Copyright 2013 by ISFOM- Tutti i diritti riservati C.F.94152630631